Crea sito

Saltare la navigazione

Competenze Trasversali

La scuola per essere una scuola di qualità, deve fornire agli studenti gli strumenti necessari per

 

Le INDICAZIONI PER IL CURRICOLO del 2012 fanno esplicito riferimento alle otto competenze chiave per l’apprendimento permanente definite dal PARLAMENTO EUROPEO e dal CONSIGLIO DELL’UNIONE EUROPEA (2006/2007)

Queste competenze essenziali per la realizzazione personale, per l’inclusione sociale, per la cittadinanza attiva e l’occupazione, sono:

1. Comunicazione nella madrelingua

2. Comunicazione nelle lingue straniere

3. Competenza matematica e competenze di base in scienza e tecnologia

 4. Competenza digitale

 5. Imparare a imparare

6. Competenze sociali e civiche

7. Senso di iniziativa e imprenditorialità

 8. Consapevolezza ed espressione culturale

 

Il modo di “fare scuola” integra la didattica dei contenuti e dei saperi con azioni  interattive e costruttive di apprendimento e l’insegnamento si fonda su esperienze significative che utilizzano contenuti e procedure che consentano di “imparare facendo.” I docenti rendono l’alunno protagonista del processo di acquisizione delle competenze partendo  dai nuclei fondanti delle discipline, attraverso scelte orientate al potenziamento della motivazione e dell’interesse degli alunni; solo così è possibile pensare di sviluppare la  padronanza delle competenze di base.

 Per raggiungere tale finalità non è sufficiente la sola acquisizione di conoscenze, ma è indispensabile anche lo sviluppo delle abilità cognitive, metacognitive e socio-affettive che insieme alle buone capacità  indicano quello che l’alunno è effettivamente in grado di fare, pensare, agire dinanzi alla complessità dei problemi e delle situazioni che deve affrontare e  che deve risolvere in un determinato contesto.

Pertanto si acquisisce una competenza quando le conoscenze apprese a scuola si riutilizzano in contesti di vita reale in maniera autonoma e funzionale. L’alunno è davvero competente quando ha IMPARATO A IMPARARE.

 “SAPERE” e “SAPER FARE” sono acquisizione di base, ma non sufficienti per la formazione dell’alunno, indispensabile è anche “QUANDO” e” PERCHÉ FARE”. Queste sono competenze trasversali ossia comunicative, metacognitive, personali e sociali che la scuola attraverso il curricolo è chiamata a sviluppare.

 

Questo articolo è sotto la licenza Licenza Creative Commons Attribution Share Alike 4.0